Piano annuale per l’impiantistica sportiva

E’ stato pubblicato il nuovo e interessante Piano annuale per l’impiantistica sportiva 2018 che mira a finanziare tutti quegli interventi di potenziamento e riqualificazione degli impianti e delle attrezzature sportive su tutto il territorio piemontese.

Vengono individuate due macro-aree di intervento:

1) MESSA A NORMA, AMPLIAMENTO, COMPLETAMENTO E DIVERSIFICAZIONE DEGLI IMPIANTI

a) interventi diretti ad abbattere le barriere architettoniche degli impianti esistenti ai sensi della legge 13/1989 e del D.M. 236/1989 e a permetterne la fruibilità da parte del pubblico e degli atleti con disabilità;

b) interventi di adeguamento degli impianti esistenti alle norme di sicurezza e igienico-sanitarie, compresi gli interventi volti a favorire l’applicazione delle norme nazionali e regionali in materia di sicurezza degli impianti sportivi e degli spogliatoi e in materia di efficientamento energetico;

c) interventi di manutenzione straordinaria degli impianti sportivi di proprietà di enti pubblici e dati in concessione a soggetti privati o di proprietà degli stessi;

e)  opere di completamento di impianti finalizzate alla loro messa in funzione (o alla miglior fruibilità); sono comprese le attrezzature sportive che hanno una vita economica di almeno 5 anni, con l’esclusione dei mezzi di trasporto, degli animali, delle attrezzature utilizzate per interventi di movimento terra e attività di coltivazione e manutenzione di terreni e delle superfici erbose.

2) NUOVA IMPIANTISTICA IN AREE CARENTI O A PARTICOLARE VOCAZIONE

d) interventi di nuova realizzazione o potenziamento di impianti medio-piccoli, preferibilmente con requisiti di polifunzionalità e polivalenza per favorire la pratica sportiva di un utenza non specialistica; sono comprese le attrezzature sportive che hanno una vita economica di almeno 5 anni, con l’esclusione dei mezzi di trasporto, degli animali, delle attrezzature utilizzate per interventi di movimento terra e attività di coltivazione e manutenzione di terreni e delle superfici erbose.

Qui trovate la spiegazione e le regole per la presentazione delle domande:

A partire da quest’anno il bando è gestito in modo informatizzato, pertanto è necessario, per presentare domanda, essere muniti di credenziali di autentificazione e di firma digitale.

Importo in Euro:
– interventi del valore compreso tra euro 50.001,00 ed euro 200.000,00: contributo in c/c del 40% della spesa ritenuta ammissibile, entro il limite massimo di euro 40.000,00 e contributo in c/i pari all’1% (per 10 anni), a seguito della stipula di apposito mutuo obbligatorio con l’ICS.

– interventi del valore fino a euro 50.000,00 contributo in c/c del 60% della spesa ritenuta ammissibile entro il limite massimo di euro 20.000,00.

Soggetti beneficiari: enti e organismi pubblici (le Province e la Città metropolitana di Torino; le Unioni di Comuni; i comuni, fino a 10.000 abitanti, e i loro consorzi o aziende o società a prevalente capitale pubblico che ricadono in tali comuni) e organizzazioni sportive e altri enti con o senza personalità giuridica.

Tutte le info qui.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...